Langhe, nome antichissimo e di derivazione incerta, può significare paese dei Liguri, terreno incolto, o lingue di terra.

Le Langhe sono un insieme di colline con creste affilate, segnate da valli profonde, parallele, scavate da torrenti, tra il Tanaro, I’Appennino ligure e il Bormida. L’altezza media oscilla sui 550 metri, e raggiunge i 950 a Mombarcaro, con varietà di colture per la diversa conformazione del terreno. Le Langhe sono individuate per i pregiati prodotti che le caratterizzano.

Langa del Barolo, del Barbaresco, dell’Asti, della nocciola, dei boschi e dei pascoli, ma ogni giogaia di colline, ogni vallata, ha usi e tradizioni proprie, dialetti diversi; un piccolo universo dalle sorprese infinite, scoperte e conosciute vivendo a contatto con la gente, con la natura.

E’ Langa l’alternanza di paesaggi, la vastità degli orizzonti segnati da torri e castelli, la serenità di un silenzio rotto dai belati dei greggi e dai ritmi degli attrezzi agricoli.