Il menu’ è studiato per offrire all’ospite un viaggio nella cucina langarola tradizionale con una particolare attenzione nella presentazione dei piatti e nell’accostamento sapientemente dosato dei sapori.

L’overture propone una degustazione di antipasti che di giorno in giorno varia a secondo della ricchezza del mercato e del variare delle stagioni, alcuni di questi pero’ si possono trovare tutto l’anno come il delicato pate’ di fegato al marsala , lo zabaglione di parmigiano con le verdurine e, per gli amanti del pesce una fantasia di merluzzo con marmellata di cipolle e patate croccanti.

I primi vanno dai tradizionali tajarin stesi e tagliati a mano col coltello ai raviolini del plin, confezionati secondo la vera ricetta langarola, il riso rosso con i funghi, le verdure e la salciccia di Bra ,oppure gli gnocchi di patate o la classica zuppa di verdure.

Ai secondi piatti piu’ tradizionali come lo stinco di vitello brasato al barolo, la coppa di maiale arrosto, la classica carne cruda, battuta al coltello per mantenerne il sapore intenso, si affiancano o si avvicendano piatti piu’ rari : la coda di vitella brasata al Barolo, l’anguilla marinata e grigliata…

Il carrello dei formaggi è fornito di una selezione dei migliori piemontesi, ma non mancano alcune proposte di altre regioni d’Europa. Tutti i formaggi sono serviti con cogna’ fatta in casa e miele delle Langhe.

Si termina con un’ampia panoramica di dolci casalinghi: la specialita’ gianduiotto al caramello e cioccolato fondente, la panna cotta, i sorbetti e la meringata alla frutta fresca, ma anche il caratteristico zabaglione al Moscato servito con le paste di meliga.